MEMORIE : AMORE E RIVOUZIONE NEL GHETTO 27/01 ORE 21

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

MEMORIE : AMORE E RIVOUZIONE NEL GHETTO 27/01 ORE 21

Messaggio  BARBARA il Ven Gen 22, 2010 12:32 pm

Rappresentazione teatrale a cura della
Compagnia Atto Permettendo
Tributo a: Marek Edelman autore del libro
Adattamento drammaturgico di Diego Runko
Regia di Maria Carpaneto
con Barbara Traversa, Luigi Vitale, AlessandroPrioletti
Villa Cusani Traversi Tittoni
Via Lampugnani, 66 - Desio

Un ringraziamento particolare a Justyna Niewiadomska senza la
quale non avremmo potuto realizzare questa giornata di memoria.
Nel ghetto, Edelman rappresentava il Bund. L’organizzazione che
più di ogni altra aveva lottato perché fosse possibile essere nel contempo
ebrei e polacchi, russi e rumeni, socialisti ebrei e cittadini dei
rispettivi Stati. La parola d’ordine del movimento fu l’autonomia nazional-
culturale. Il Bund fu osteggiato dai rivoluzionari ebrei e non
ebrei. Di questo movimento che organizzò milioni di ebrei, restituendo
loro il sentimento della dignità umana, non esiste che un labile ricordo
all’interno dello stesso universo ebraico e non furono in pochi
coloro che si interrogarono se non fosse stato meglio spingere all’emigrazione,
anziché lottare per la dignità umana nel proprio paese. La
lotta, la ribellione non scatutirono dalla possibilità di scegliere, ma
dalla disperazione
Non si combatteva per la vita, ma per una morte diversa contro ogni
speranza e al di fuori dei valori in cui si era vissuti per secoli:
“combattevamo per non essere scannati” dice Edelman, in questo
modo ci riconduce alla dimensione umana degli eroi, nei loro pregi e
nei loro difetti, restituisce loro il dono dell’umanità che ogni eccessiva
idealizzazione tende a rimuovere ed occultare.
Colta di sorpresa dalla resistenza degli insorti allorché penetra nel
ghetto per liquidarlo, il 19 aprile del 1943, la Wehrmacht è costretta
in un primo tempo a ritirarsi.
L’insurrezione dura varie settimane, malgrado lo scarso numero di
combattenti ebrei e la quantità irrisoria di armi di cui essi dispongono.
I tedeschi incendiano totalmente il ghetto. Il 10 maggio , Marek
Edelman è tra gli ultimi che riescono a fuggire attraverso le fognature.
Un anno più tardi, nell’agosto del 1944, prende parte all’insurrezione
di Varsavia.
Marek Edelman è morto la sera del 2 ottobre 2009 a Varsavia all’età
di 90 anni. Era l’ultimo per così dire.
È morto il guardiano della memoria.
Tuttavia bisogna che siano altri a custodirla, come sono capaci.

BARBARA

Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 21.08.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum